L’erba antidolorifica

di Anna Fraddosio Commenta

Siamo molto spesso abituati ad usare farmaci per ogni dolore o malattia, farmaci per il mal di testa, farmaci per il mal di pancia, farmici antidolorifici, essendo consapevoli, che tutte queste cose chimiche hanno effetti collaterali sul nostro organismo.

Sappiamo anche che esistono sostanze che ci dona la natura capaci di fare tutto questo, senza ovviamente controindicazioni, ma si pensa che queste erbe non abbiano lo stesso effetto immediato e potente che possono avere i farmaci. Oggi sono disponibili molte erboristeria che ci consentono di trovare l’erba adatta ad ogni male, senza porci il problema di andarla a cercare in natura, quindi con la stessa facilità con cui compriamo un farmaco potremmo comprare un erba, per non contare il risparmiamo economico.

Veniamo al dunque: secondo uno studio di ricercatori della Newcastle University (Uk) presentato al “2nd International Symposium on Medicinal and Nutraceutical Plants, esiste una pianta che è pari a un antidolorifico chimico comune, questa pianta “miracolosa” si chiama Hyptis crenata e cioè la menta brasiliana.

Lo studio è stato condotto sui topi, ed ha appunto dimostrato che la somministrazione di questa pianta, sotto forma di infuso, sia efficace nel combatte il dolore esattamente con la stessa velocità è effetto che avrebbe un farmaco antidolorifico. Le prove sono state eseguite confrontando l’effetto della menta brasiliana con una forma sintetica di aspirina, l’indometacina, un farmaco antinfiammatorio non steroideo.

Come gia detto la menta ha superato il test, ed ora i ricercatori prevedono di avviare studi clinici per scoprire quanto sia efficace la menta come sollievo dal dolore per le persone.

La dr.ssa Graciela Rocha, che ha guidato il team, afferma:

“…Si stima che oltre 50.000 piante vengono utilizzate in tutto il mondo per scopi medicinali. Oltre l’uso tradizionale, più della metà di tutti i farmaci sono basati su una molecola che si trova in natura in una pianta”.

E per finire, la dr.ssa Rocha ha aggiunto:

“Quello che abbiamo fatto è stato quello di prendere una pianta che è ampiamente utilizzata per il trattamento del dolore in modo sicuro e scientificamente provato e che funziona al pari di alcuni farmaci sintetici. Ora il passo successivo è quello di scoprire come e perché questa pianta ha riesce a combattere il dolore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>