Il poteri curativi del pompelmo

di Anna Fraddosio Commenta

Siamo nel periodo dell’influenza e dei virus, ma siamo anche in un periodo di festa, dove il dover star male, rinchiusi in casa a letto, invece di andare in giro a divertici, ci pesa più di un giorno di riposo da lavoro, di conseguenza ci imbottiamo di tutti i tipi di medicinali per far si che tutto passi in fretta, questo però non giova di certo al corpo, che soffre di tutti quei farmaci.

Ormai è risaputo che alcune erbe e frutti sono degli ottimi, se non migliori, sostituti dei comuni farmaci, essi hanno proprietà curative che non provocano effetti collaterali sul corpo, il loro costo e di gran lunga minore, e al contrario di quanto si pensi, sono facili da reperire. A proposito di questo oggi vorrei farvi conoscere un potente antibiotico naturale: il pompelmo.

Il pompelmo è considerato uno degli antibiotici più potenti in natura, e svolge un‘azione germicida di primo livello. Esso va a stimolare la secrezione dei succhi biliari e gastrici, e di conseguenza ha notevoli doti digestive, infatti, mezzo bicchiere di succo di pompelmo è ideale per sostituire a fine il tradizionale bicchierino di amaro.

Nel succo di pompelmo è presente un alto contenuto di fruttosio, il quale viene assorbito molto velocemente, e quindi è in grado di fornire in breve tempo energia, dunque, rappresenta un ottimo integratore per gli atleti e per gli sportivi che si sottopongono a sforzo fisico.

Esso svolge un’importante azione depurativa del sangue, ed è fortemente diuretico, sopratutto il pompelmo rosa. Combatte, inoltre, alcuni tipi di batteri quali stafilococchi e streptococchi, oltre che virus influenzali, muffe, protozoi, lieviti e virus che portano alla comparsa di herpes.

Il pompelmo è davvero un concentrato di multi vitamine, quali; la vitamina C, la vitamina B, la vitamina A, il magnesio, il potassio e numerose altre fibre. Una spremuta di pompelmo la mattina, specialmente nei mesi invernali, contribuisce a ridurre il rischio di prendersi un virus influenzale. Infine, da sottolineare la sua importanza nella prevenzione di patologie quali angine e malattie neuro-degenerative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>